Home > Tradizioni natalizie > Albero di natale la storia
albero di natale la storia

Albero di natale la storia

Albero di Natale la storia. Ogni anno l’8 dicembre, secondo la tradizione, nella nostra casa viene addobbato un albero di Natale, vero o falso. Vi siete mai chiesti da dove viene questa tradizione? Come molti altri, questa usanza ha le sue radici nel culto pagano. I sacerdoti celtici (druidi) fecero dell’abete sempreverde un simbolo di vita utilizzato in varie cerimonie. Forse i romani hanno imparato da questo culto di regalare un albero sempreverde all’inizio di gennaio (calendario) come augurio di Capodanno.

Per i cristiani, la tradizione deriva dalla sua associazione con la vita eterna (simbolo di Cristo risorto), o, secondo altre interpretazioni, l’albero della vita biblico o l’immagine del Giardino dell’Eden. È possibile che la stessa forma triangolare in relazione alla Santissima Trinità avesse il suo significato nelle origini della tradizione.

Albero di Natale la storia

Albero di Natale la storia

Nel 1441, a Tallinn (Estonia), nella piazza del municipio fu piantato un grande abete attorno al quale danzavano uomini e donne non sposati in cerca dell’anima gemella. Il primo albero di Natale che conosciamo oggi potrebbe essere stato inventato in Germania nel 1611. La duchessa di Briga voleva decorare il castello per le prossime vacanze, quindi mise uno degli abeti del giardino nell’angolo più lontano di una delle stanze. In Francia, tuttavia, fu solo nel 1840 che un’altra nobildonna, la duchessa d’Orléans, decorò il primo albero di Natale.

Albero di Natale la storia

In Francia, un’altra duchessa d’Orléans ha decorato il primo albero di Natale nel 1840. Dopo la Riforma di Martin Lutero, all’inizio non c’era incredulità nel simbolo, poiché l’usanza di decorare un albero per celebrare il Natale sembrava essere un’usanza protestante, ma ha messo radici ovunque.

In Italia, invece, è stato inventato un altro simbolo del Natale, il presepe. Come sapete, il suo fondatore fu San Pietro. San Gregorio Armeno d’Assisi, il quale, con l’annuncio del rito la notte di Natale del 1223, volle riproporre il presepe di Gesù, francese (chiamato soprattutto Santons in Provenza) e spagnolo, Tio (un tronco d’albero che agitato fa uscire dolci) e fortuna Ecco il Caganer, un amuleto di Natale per te.

Qualche approfondimento

Albero di Natale la storia

Le tradizioni dell’albero di Natale sono pagane e hanno una storia antichissima. Per i Druidi era un simbolo di vita perché le foglie dell’abete non cambiavano colore, ma rimanevano sempre verdi anche in inverno. Pertanto, i druidi veneravano questo albero in varie cerimonie, tagliandolo e decorandolo con nastri e campane per placare l’anima.

Anche i Vichinghi del lontano Nord Europa seguirono il culto dell’abete rosso, considerato un albero capace di irradiare poteri magici. Anche in questo caso gli alberi venivano abbattuti e portati a casa e decorati con frutti per placare e ricordare la fertilità che finalmente la primavera avrebbe portato.

Il primo vero albero di Natale

Albero di Natale la storia

Il primo vero albero di Natale, più vicino alla tradizione moderna, potrebbe essere nato già nel 1441 a Tallinn, in Estonia. In quel periodo fu eretto un grande abete nella piazza del municipio, e attorno ad esso ragazzi e ragazze danzavano insieme in cerca di amore. Poi, nel 1570, l’usanza fu ripresa in Germania, ea Brema si narra di un albero fatto di carta e decorato con noci, datteri, frutti e fiori.

La tradizione delle luci elettriche e del puntale

La tradizione di decorare gli alberi di Natale con le lampadine sembra provenire da Edward H. Johnson, collega del più famoso inventore Thomas Edison. Johnson usò per la prima volta le luci elettriche per decorare l’albero di Natale nella sua casa nel 1885, e solo dieci anni dopo accese anche le luci elettriche per l’albero di Natale alla Casa Bianca.

I suggerimenti non fanno eccezione se hai bisogno di una ghirlanda. Un semplice punto o punto a forma di stella pensato per simboleggiare una cometa. In alcuni casi, la punta è sostituita da un angelo più classico, che, secondo la tradizione, dovrebbe rappresentare l’Arcangelo Gabriele, presentando il concetto della Vergine Maria.

Ti potrebbe interessare anche: Albero di Natale rosa: tutti i consigli per un albero chic e alla moda Decorazioni albero di Natale: le più originali di sempre Albero di Natale alternativo Puntale dell’albero di Natale alcune idee

Veronica Balzano Mi definisco una Content Creator e negli anni ho avuto modo di mettermi alla prova consolidando le mie abilità e conoscenze nel mondo della scrittura creativa, mio settore prediletto.
Exit mobile version