Home > Idee regalo > Idee regalo di Natale terracotte artistiche
terracotte artistiche

Idee regalo di Natale terracotte artistiche

Terracotte artistiche come regalo di Natale. Avete in mente un regalo davvero speciale per qualche vostro amico o parente? Le terracotte artistiche potrebbero essere una scelta davvero di classe. Potreste decidere di regalare ai vostri cari delle statuine in terracotta e donare loro così un piccolo e unico manufatto. Vediamo insieme cosa sono le terracotte artistiche.

Idee regalo di Natale terracotte artistiche

Terracotte artistiche

Le bambole di terracotta sono un genere di espressione artistica e religiosa comune nell’antica Grecia. Queste bambole sono preziose e ricche di testimonianze della vita quotidiana e della religione nell’antica Grecia.

L’incisione è la tecnica più comune e semplice. Era anche usato per fare il bronzo. Il prototipo era fatto di argilla cruda. Le piccole parti sono lavorate a mano. Per i modelli koroplate più grandi (greco antico: κοροπλάθος koropláthos, fabbricante di figurine), le palline di argilla venivano pressate in una cornice di legno.

La forma è stata ottenuta applicando uno strato di argilla o gesso al cerchio. La forma utilizzata dai Greci nel continente greco fino al IV secolo aC era molto semplice, quindi di semplice costruzione. La forma bivalve creata dai Greci dell’isola nel modello egiziano richiedeva il taglio per ottenere lati diritti e opposti e spesso “tasselli” per far combaciare meglio le due metà. Se il prodotto è complesso e presenta sporgenze significative (braccia, gambe, testa, vestiti), il maestro può modellarlo da parti più piccole. Le parti sono state quindi asciugate.

Terracotte artistiche

Il secondo passaggio consisteva nell’applicazione di uno strato di argilla cruda all’interno di uno stampo che poteva essere prescolpito per creare un effetto rilievo. Lo spessore del livello dipende dal tipo di oggetto che stai creando. Le superfici degli stampi vengono unite tra loro, quindi l’oggetto viene rimosso dallo stampo e l’artigiano solitamente leviga il giunto in modo da poter apportare miglioramenti finali. L’artigiano fece anche dei piccoli fori, delle prese d’aria, per far fuoriuscire il vapore durante la cottura. Gli sfiati possono essere utilizzati anche per il montaggio in modo da poter intervenire all’interno del pezzo. Gli arti venivano poi attaccati al corpo, con scivoli (argilla mista ad acqua), o inseriti nel corpo.

Funzioni religiose delle terracotte artistiche

A causa del loro basso costo, le bambole erano offerte religiose ideali. In effetti, questo era il loro obiettivo principale, poiché l’aspetto decorativo è apparso in seguito. Questo spiega perché un gran numero di figurine pre-votate o funerarie sono conservate nei templi greci, poiché ci sono pochissimi documenti scritti sull’argomento.
Questi adesivi possono causare problemi di identificazione. Gli attributi, ovviamente, consentono di riconoscere indubbiamente questo o quel dio, ad esempio l’arco di Artemide. Inoltre, alcuni tipi di bambole corrispondono a determinate forme di culto associate a determinati dei. Ma a volte “visitare gli dei” complicano le cose. Si tratta di bambole dedicate a un dio che non appartiene a questo santuario.

Dal IV secolo aC le bambole acquisirono funzioni decorative. Erano dunque figure teatrali, come diceva Giulio Polluce nel suo Onomasticon (II secolo): schiavi, contadini, balie, grasse, satire di drammi satirici. I lineamenti sono fortemente caricaturali e distorti. In epoca ellenistica, le bambole diventano bizzarre, come creature brutte con teste sproporzionate, seni cadenti o pancia sporgente, gobbe e teste pelate. Le figure grottesche sono un marchio di fabbrica della città di Smirne, sebbene prodotte in tutto il mondo greco, come Tarso e Alessandria.

Infine, la terracotta veniva spesso utilizzata per realizzare bambole e giocattoli per bambini. Pertanto, cerchiamo bambole articolate o cavallini facili da manovrare con mani piccole. A volte era difficile accertare il carattere della figurina, come il bizzarro idolo servitore di Beozia, apparso alla fine dell’VIII secolo a.E.V. Erano dotati di un lungo collo e di un corpo cesellato cilindrico sbilanciato. Le braccia sono atrofizzate e le gambe mobili. Infine, ho forato la testa in modo che possa essere appesa. Non è chiaro se si tratti di un giocattolo o di un’offerta votiva.

Idee per terracotte artistiche: https://www.pinterest.it/pin/862861609833519876/

Ti potrebbe interessare anche: 3 idee per cesti natalizi diversi dai soliti

Veronica Balzano Mi definisco una Content Creator e negli anni ho avuto modo di mettermi alla prova consolidando le mie abilità e conoscenze nel mondo della scrittura creativa, mio settore prediletto.
Exit mobile version