poesia mistica

Poesia mistica

La poesia mistica è l’unione di religione, filosofia e arte, ed è l’espressione più profonda e ricca di aspirazioni mistiche. È una sintesi di pensieri, sentimenti e immaginazioni che risveglia e stimola emozioni profonde.
I sufi, indipendentemente dalla nazionalità, insegnavano e scrivevano in arabo. I primi trattati e la corrispondenza sono ricchi di termini tecnici e non c’è dubbio che siano destinati a un pubblico già esperto di concetti teologici.

Costituiscono la base delle forme popolari e mistiche del sufismo. Nel X secolo, la letteratura persiana fiorì e ispirò molti dei futuri poemi sufi. I sufi inizialmente adottarono la forma delle quartine o dei rubini, che non erano didattici e potevano esprimere pensieri e sentimenti mistici con parole semplici. La lode, il kvassida e il ghazal erano ugualmente coltivati, ma con l’avvento del matnavi, preso in prestito dall’epopea, la corteccia trovò la sua migliore espressione. Sufi maznavi sembra essere stato modellato sui discorsi didattici e in prosa di shaikh o sui sermoni ai suoi discepoli convocati.

Poesia mistica

Che si tratti di insegnare o descrivere l’amore dell’anima per Dio e di vagare guidati dalla ricerca di lui, matnavi introduce tradizionalmente molte altre storie.
La combinazione di 6 fattori è determinata dal numero di lettere nella parola (2 lettere, 1a mobile, 2a fissa, 2 lettere, entrambe mobili, 3 lettere, 1a e 3a mobile, 2a fissa, 4 lettere, prima e 3 rimovibili, 4). determinato; 5 lettere, le prime 4 sono mobili e la 5a è fissa) dalla vita alle 7 zampe principali. La notazione metrica persiana è indicata da long (l) e short (o).

Poesia mistica

Basandosi sul principio che un poema persiano di quattro misure è costituito da un certo numero di misure, comprese le pause, tutte riducibili a otto misure, il sistema metrico fa della faretra o ottava l’unità di misura che determina il rapporto tra la musica . e metri. Due o più piedi combinati fanno 1 metro. Una semiretta è una semiretta. Un gruppo di due o quattro colonne è chiamato rubino. In questa forma poetica, la prima, la seconda e la quarta metà riga dovrebbero essere rimate. Alcuni poeti fanno anche rima sul quarto verso. I gruppi sulle righe 6-13 costituiscono un gazal o un’ode. Questa forma è riservata principalmente alle poesie d’amore che velano intuizioni mistiche.

Le due metà della prima strofa devono essere rime e solo la seconda strofa deve essere rimata.
Se sono presenti più di 15 righe, si verifica kvasida e le due metà della prima riga devono contenere lo stesso numero di caratteri e avere lo stesso movimento. In matnavi, ogni verso ha la sua rima e rimangono due metà. L’attenzione è stata prestata ai dettagli di ogni verso del poema a tal punto che la totalità, unita in una rima e governata da un’unica emozione, è un principio strutturale che si trova in tutta l’arte sufica. Ciascuno dei due versi corrisponde all’immagine originale di un arabesco in cui un tema viene ripetuto più e più volte.

Poesia mistica

Tutti i simboli metafisici, cosmologici, psicologici e religiosi della rappresentazione sufica appaiono nella poesia mistica. Tuttavia, alcuni di essi appartengono a un modo espressivo più preciso. Ciò vale anche per le altre forme di art.
Sebbene siano tutti legati alla tradizione islamica della ricerca spirituale, i poeti mistici spesso non sono d’accordo con i mistici, che sostengono la legge divina ma rifiutano di riconoscere la possibilità del viaggio spirituale. Durante il suo sviluppo, alcuni simboli sconvolsero il grande pubblico, e per questo molti poeti furono percepiti come eretici. In effetti, esprimono un punto più sottile usando le parole del Corano in un modo specifico.

Poesia mistica

Pur sfidando esteriormente i giuristi, hanno incarnato il percorso dell’Islam interiormente e attraverso il loro lavoro.
Se chiamiamo questo termine una definizione aristotelica: “trasferimento per sostituzione analogica”, va sottolineato che l’immagine poetica non è solo una metafora. Questa non è un’esperienza speciale data al mistico e tradotta con l’aiuto di una metafora. Le metafore, d’altra parte, sono illusioni o immagini, quindi il termine usato dal mistico è solo una forma sensuale di vedere la realtà, quindi il termine per descrivere è veramente simbolico.

Ti potrebbe interessare anche: https://www.arianuova.org/it/poesia-mistica-italiana

Ti potrebbe interessare anche: La venuta di Cristo

Veronica Balzano Mi definisco una Content Creator e negli anni ho avuto modo di mettermi alla prova consolidando le mie abilità e conoscenze nel mondo della scrittura creativa, mio settore prediletto.
Exit mobile version