Le tradizioni natalizie più strane del mondo

Quali sono le tradizioni natalizie più strane del mondo? Natale e tradizioni vanno di pari passo. Quando si pensa alle festività natalizie è impossibile non pensare subito alle tante usante e tradizioni che si celebrano durante questo periodo così noto. Ogni paese ha le proprie credenze e rispetta con tanta costanza le proprie personali tradizioni. Alcune sono conosciute da tutti e super diffuse, altre lo sono un po’ meno. Andiamo oggi alla scoperta delle tradizioni natalizie più strane del mondo.

Le tradizioni natalizie più strane del mondo: quali sono?

Scopriamo quali sono le tradizioni natalizie più strane del mondo! Ebbene sì, il Natale non si celebra ovunque allo stesso modo. Per alcuni paesi questa festività è fortemente legata al concetto di religiosità, mentre in altre parti del mondo, il Natale assume per lo più una valenza mistica o ancor diversamente un ruolo principalmente sociale. In ogni caso è proprio giusto dire: “Paese che vai usanze che trovi”.

Questo detto ci fa pensare sicuramente ad una concezione relativista che investe anche una questione così importante come quella relativa alle usanze tipiche natalizie. Se in America le decorazioni stravaganti, il tacchino lo shopping sfrenato sono gli elementi caratterizzanti del Natale, nel Regno Unito lo stesso si potrebbe dire dell’usanza del classico bacio sotto il vischio.

Si tratta di una tradizione, ampiamente sviluppata poi anche in altre parti del mondo, secondo la quale è di buon auspicio scambiarsi un tenero bacio sotto un rametto di vischio, tipico ornamento natalizio.

Dalla Russia al Venezuela

Quando parliamo di tradizioni natalizie più strane del mondo non ci riferiamo sicuramente a quelle precedentemente menzionate. Per noi italiani, baciarci sotto al vischio o decorare casa con luci colorate è una specie di moda. Piuttosto potremmo essere più sorpresi da altre tradizioni che provengono da altre zone del mondo.

In Russia ad esempio vi è una credenza secondo la quale il tavolo per la cena di Natale deve essere allestito solo dopo il tramonto e, in fase di preparazione è necessario cospargerlo di fieno, paglia e grano. La tovaglia andrà a ricoprire il tutto ed inoltre è buon auspicio posizionare degli spicchi di aglio agli angoli del tavolo poiché secondo alcune credenze quest’ultimo allontanerebbe le malattie.

In Svezia invece, le festività natalizie hanno inizio il 13 Dicembre, giorno dedicato a Santa Lucia. Secondo la tradizione locale, la figlia maggiore della famiglia deve alzarsi di buon mattino e vestita di bianco con indosso una sciarpa rossa e una corona di candele deve portare i dolci tipici svedesi al resto della famiglia.

Continuando con le tradizioni natalizie più strane del mondo…

Ancora, parlando de le tradizioni natalizie più strane del mondo possiamo parlare del Giappone. Il Giappone invece vive il Natale seguendo molte tradizioni occidentali. Qui le luci colorate e gli addobbi sono un vero e proprio must. Una delle usanze più stravaganti giapponesi consiste nel mangiare pollo fritto durante la cena di Natale.

In Venezuela le tradizioni natalizie sono davvero sui generis. Qui, durante la notte del 24 Dicembre si è soliti scendere in strada con i pattini correndo in una parata che porta sino alla chiesa dove si celebra la messa di mezzanotte. Durante la parata si cantano i tipici canti natalizi del posto.

Stessa passione per i canti natalizi è vissuta nelle Filippine dove è possibile incontrare persone che per strana cantano liberamente canzoni tipiche natalizie. Altra tipica usanza del luogo consiste nell’offrire a questi stessi cantanti una bevanda calda e dei dolcetti a base di riso per ringraziarli e mostrar loro approvazione nei confronti dei loro canti.

Ancora… Le tradizioni natalizie più strane del mondo

Le tradizioni natalizie più strane del mondo

Ma di tradizioni bizzarre ce ne sono ancora molte. In Repubblica Ceca ad esempio si è soliti mettersi con le spalle verso il muro e lanciare via una scarpa. Secondo questa credenza sarà possibile auspicare l’arrivo del vero amore.

In Finlandia invece vi è una tradizione triste e un po’inquietante. Durante il giorno di Natale si commemorano i morti e quindi, dopo aver fatto visita ai propri cari defunti al cimitero, si è soliti lasciare dei piatti di cibo per terra e preparare dei letti perché i defunti possano usufruirne durante questo giorno speciale, quando il loro spirito raggiungerà la propria dimora.

Se in Italia o in America gli allestimenti decorativi natalizi sono fatti di luci e stelle, in Ucraina i ragni vanno per la maggiore. Ci si servirà di ragnatele e ragni artificiali per decorare la casa. Questa tradizione nasce da un’antica storia che recita la vicenda di una povera donna che non potendo permettersi i classici addobbi natalizi arredò la propria casa con delle ragnatele.