stella di natale

Stella di Natale come curarla? E’ questa una delle tante domande che si pongono ad oggi una marea di persone in vista del periodo natalizio. Se fino a questo momento non avete mai capito come agire a riguardo, nelle prossime righe vi spiegheremo noi come fare. Pronti a scoprirlo insieme?

L’unico obbligo, se cosi si può definire e passateci il termine, è quello di prendervi almeno 5 minuti del vostro tempo cosi da capire effettivamente come si cura a 360 gradi una stella di Natale.

Stella di Natale come curarla in maniera efficacia

Stella di Natale come curarla. Contrariamente a quanti pesano, la stella di Natale, nonostante il nome a primo impatto possa ingannare, può rimanere affascinante e bella agli occhi di chiunque tutto l’anno: se in vista del Natale, una delle feste più attese, volete prenderne una ecco il tutorial completo per farla rifiorire in tutta tranquillità tutto l’anno senza andare incontro a nessun tipo di problema.

Curare la stella di Natale in autunno e inverno

Stella di Natale come curarla

Come si cura la stella di Natale durante il periodo autunnale ed invernale? Semplice, sicuramente ci troviamo davanti alla parte più facile di tutte: durante i mesi di novembre e dicembre le stelle di Natale già fiorite si trovano nei negozi appositi alla vendita di piante: cosa fare dunque una volta che si acquista tale pianta?

Se la volete tenere nella vostra abitazione, mettila in un luogo dove ci sia moltissima luce che tuttavia non dev’essere diretta, che sia distante dalle finestre esposte al sole o lontana da fonti di calore. State attenti anche a non farle prendere corrente. Innaffiate solo ed esclusivamente il terriccio almeno 2-3 volte a settimana, evitando che vadano a formarsi ristagni nel sottovaso.

Come curare la stella di Natale da marzo fino al mese di aprile

Stella di Natale come curarla

La stella di Natale, come già accennato ad inizio articolo, può essere utilizzata anche per tutto l’anno. Cadute del tutto le foglie di color verde, di solito fra marzo ed aprile, è il momento di tagliare ogni ramo nudo della pianta a un’altezza di minimo 12-15 cm da terra. Tenete sempre bene a mente di proteggervi con dei guanti le mani, anche perché il lattice che fuoriesce dagli steli potrebbe irritare in maniera eccessiva la pelle.

Stella di Natale: curare la pianta da maggio a settembre

Stella di Natale come curarla

Quando man mano con il passare del tempo iniziano le belle giornata, bisogna travasare la stella di Natale in un vaso che sia puramente di terracotta da giardino, andando ad aggiungere un po’ di terra universale e, successivamente, sistemandola all’aperto a mezz’ombra. Dalle gemme, sui rami completamente nudi, spiccheranno nuove foglie verdi tenere: presto, salvo imprevisti, la vostra pianta avrà una chioma bellissima da vedere. Per poterla bagnare, regolatevi con il clima, in più, almeno tre volte ogni mese, tenete a mente di aggiungere al liquido un pizzico di fertilizzante per piante di color verde.

Come si fa a far durare la stella di Natale?

La risposta a questa domanda non è assolutamente difficile. E’ possibile far durare la stella di Natale tenendola ben idratata il giusto per tutto l’anno, potandola durante il periodo primaverile e mettendola nella maniera più adeguata possibile: in inverno all’interno della propria abitazione e distante dalla luce diretta come abbiamo già detto qualche paragrafo più sopra, in estate nel mese più caldo all’esterno ma tenendo rigorosamente la pianta all’ombra.

Quanto va innaffiata la stella di Natale?

Nel periodo della fioritura la stella di Natale come minimo va innaffiata ogni 2-3 giorni, mentre per quanto riguarda il periodo estivo in base a quanto rapidamente si secca la terra all’interno del vaso.

Conclusioni

Abbiamo visto step per step come curare efficacemente una stella di Natale. E voi come la curata? Seguite già un vostro metodo? Fateci sapere la vostra opinione lasciando un commento qui sotto.

Da leggere anche: Buona Vigilia di Natale

Related Posts