O tannenbaum tra i canti natalizi più amati

O tannenbaum. Quando il Natale è alle porte si inizia a respirare un’atmosfera davvero magica. Cosa rende quest’atmosfera così speciale? Allestimenti e profumi tipici del natale hanno sicuramente molto a che fare con il conferimento del perfetto stile natalizio a qualsiasi ambiente, ma grande ruolo spetta anche ai canti tradizionali natalizi.

La tradizione dei canti natalizi sembra affondare le proprie radici in tempi molto antichi. Sembrerebbe che questa particolare tradizione avesse a che fare con la religione. In particolare vogliamo parlare di un canto molto amato: “O tannenbaum”.

Origine dei canti tradizionali di Natale

In particolare durante le liturgie natalizie si cantavano inni latini strettamente collegati al mondo teologico. Infatti inizialmente questi inni erano molto differenti dai canti popolari attualmente diffusi. Tra i primi canti vi fu Uno dei primi inni di Natale conosciuto nella Chiesa latina era il “Veni, Redemptor Gentium” (Vieni, Redentore delle Genti). In particolare, questi canti ci tengono ad enfatizzare in modo particolare il ruolo teologico e religioso del Natale.

Quindi il significato di questi canti tradizionali natalizi è molto profondo. Nel corso degli anni poi sono stati introdotti in liturgia tanti altri canti come: “Corde natus ex parentis” (Nato dal cuore delPadre); “A Solis Ortus Cardine” (Da dove sorge il sole) di Coelius Sedulius (v. 450); e “JesusRedemptor Omnium” (Cristo, Redentore di tutti). “Phos Hilaron” (Luce Gioiosa).

Nei secoli successivi iniziò a farsi sentire la spiritualità di San Francesco d’Assisi che inaugura lo “spirito dei canti di Natale”. In particolare, da questo momento in poi si inizia a celebrare l’umile umanità della nascita del Bambino Gesù. Per questo motivo, in molti, erroneamente, attribuiscono la nascita dei primi canti di Natale a San Francesco d’Assisi, ma in realtà, come abbiamo annunciato poco fa non è così.

 Il santo scrisse “Psalmus in Nativitate”, canto che evocava la nascita del bambino “disteso in una mangiatoia perché non c’era posto per lui nella locanda”. Secondo fonti certe però i maggiori e più noti canti sarebbero stati composti dopo la sua morte.

Infatti sarebbero stati i discepoli di san Francesco avrebbero scritto i primi canti di Natale.

Lo sviluppo dei canti tradizionali natalizi in Europa

Da questi primi canti di Natale vi è un grandissimo sviluppo verso sempre più moderne opere di canto natalizie. Stiamo parlando di canti che si diffondono in tutta Europa, e in particolare in ciascun luogo sono diversi e hanno un particolare significato religioso e non.

Se volessimo fare un piccolissimo excursus potremmo dire che: in inglese la parola “carol”, canto di Natale, deriverebbe dall’antico francese “carole” che sta ad indicare una danza d’origine paesana che risale al XII secolo: la carola. In francese invece i canti sono noti con il nome di “noël” (Natale). In italiano, si è soliti dire semplicemente “canto di Natale” o “canto natalizio”. In Spagna, parliamo del “villancico” e in Portogallo del “vilancete”. In Germania invece è noto il cosiddetto “o tannenbaum” “Albero di Natale” tradotto in italiano, è tra le più famose canzoni di Natale insieme a assieme a Jingle Bells, a White ChristmasStille Nacht e Tu scendi dalle stelle.

O tannenbaum: canto natalizio tedesco

Stiamo parlando di un canto di Natale molto diffuso che presenta una melodia molto orecchiabile della quale però non si conosce l’autore. Alcuni hanno addirittura pensato ad un’origine medievale. Circa le parole sappiamo che queste sono state scritte nel 1819 dall’organista di Lipsia Zarnack. Questi si ispirò ad un brano popolare della Slesia dal titolo Ach Tannenbaum, composto nel XVI secolo da Melchior Franck.

Stiamo parlando in ogni caso di un inno all’abete. Ecco il testo della canzone:

O Tannenbaum, o Tannenbaum,
Wie treu/grün sind deine Blätter!
Du grünst nicht nur zur Sommerszeit,
Nein, auch im Winter, wenn es schneit.
O Tannenbaum, o Tannenbaum,
Wie treu/grün sind deine Blätter!


O Tannenbaum, o Tannenbaum,
Du kannst mir sehr gefallen!
Wie oft hat schon zur Winterszeit
Ein Baum von dir mich hoch erfreut!
O Tannenbaum, o Tannenbaum,
Du kannst mir sehr gefallen!

Versione inglese di O tannenbaum

Questo testo è disponibile anche in una versione inglese, di cui sono state realizzate ulteriori versioni. Di seguito la versione inglese:

O Christmas tree, O Christmas tree!
How are thy leaves so verdant!
O Christmas tree, O Christmas tree,
How are thy leaves so verdant!
Not only in the summertime,
But even in winter is thy prime.
O Christmas tree, O Christmas tree,
How are thy leaves so verdant!

O Christmas tree, O Christmas tree,
Much pleasure dost thou bring me!
O Christmas tree, O Christmas tree,
Much pleasure dost thou bring me!
For every year the Christmas tree,
Brings to us all both joy and glee.
O Christmas tree, O Christmas tree,
Much pleasure dost thou bring me!

O Christmas tree, O Christmas tree,
Thy candles shine out brightly!
O Christmas tree, O Christmas tree,
Thy candles shine out brightly!
Each bough doth hold its tiny light,
That makes each toy to sparkle bright.
O Christmas tree, O Christmas tree,
Thy candles shine out brightly!

Ti potrebbe interessare anche: Adeste fidelis testo e significato