Fate la nanna coscine di pollo

“Fate la nanna coscine di pollo” è una dolce ninna nanna che le mamme cantano ai propri bambini per farli addormentare. Quale modo migliore per augurare buona notte ai vostri piccoli se non cantargli una ninna nanna speciale e perché no, anche divertente? Le parole di questa filastrocca invitano i bambini a fare dei dolci sogni. Vi sono anche alcuni riferimenti alla religiosità, in particolare al bambino Gesù.

Spesso, i bambini fanno i capricci, non vogliono addormentarsi e quindi è buona consuetudine raccontare loro una storiella in rima, oppure cantargli una dolce ninna nanna. Recitare ai vostri piccoli Fate la nanna coscine di pollo potrebbe essere il modo perfetto per portare i bambini tra le braccia di morfeo.

Una ninna nanna per ogni bambino

Ogni bambino ha le proprie abitudini e le proprie preferenze, anche quando si tratta di capire quale sia il modo migliore per farlo addormentare. Se alcuni prendono sonno in un lampo, altri faticano di più a lasciarsi andare alla stanchezza. Allo stesso modo, la mamma stanca della giornata trascorsa dovrà escogitare il modo più efficace per catalizzare l’attenzione del figlioletto sulla propria voce così da incitarlo ad addormentarsi. Tante sono le storielle e le filastrocche ideate appositamente per questo momento. In molti casi i piccoli sono attratti da un racconto canticchiato, oppure preferiscono ascoltare le parole di una piccola storia a lieto fine. In ogni caso, la ninna nanna è uno strumento che promette successo quasi sempre.

“Fate la nanna coscine di pollo”, si tratta di una simpatica esortazione a riposare gli occhi e dormire. Con il termine coscine di pollo si fa riferimento alle piccole gambette dei piccini. Insomma, parliamo di una forma dolce e ironica per definire affettuosamente i propri bambini.

Fate la nanna coscine di pollo

Ecco la filastrocca “Fate la nanna coscine di pollo”

Fate la nanna coscine di pollo
la vostra mamma v’ ha fatto il gonnello,
e ve l’ha fatto con lo smerlo in tondo,
fate la nanna coscine di pollo.ninna nanna ninna nanna
il bambino é della mamma
della mamma e di Gesù
il bambino non piange piùFate la nanna e possiate dormire
il letto sia tutto di le viole


e le coperte di panno sottile
e il copriletto di penne di pavoneninna nanna ninna nanna
il bambino é della mamma
della mamma e di Gesù
il bambino non piange piùfate la nanna e la nanna faremo
un sonno lungo e poi mi vo a destare
fate la nanna e la nanna faremo
un sonno lungo e poi ci desteremoninna nanna ninna nanna
il bambino é della mamma
della mamma e di Gesù
il bambino non piange più

Perché proprio una ninna nanna?

A questo punto vi starete domandando perché proprio una ninna nanna per far addormentare i piccoli? Il ritmo e la regolarità della struttura della filastrocca in questione sembra proprio conciliare il sonno. Il tutto viene accompagnato dal suono della voce della mamma che i bambini, soprattutto se molto piccoli, riconoscono con estrema facilità. Per questo motivo si consiglia di apprendere questa buona abitudine sin dalla nascita dei bambini. Anche quando questi sono neonati avranno la capacità di riconoscere il suono della voce della propria mamma.

Si conoscono diverse versioni di questa filastrocca, ma quella riportata qui è quella sicuramente più nota.

Provate a cantare ai vostri bambini questa dolce filastrocca e vedrete che il risultato sarà stupefacente. I piccoli saranno incantati e inizieranno ad immaginare le scenette raccontate all’interno della filastrocca. Ecco qui allora, un modo simpatico e per incitare i bambini ad addormentarsi. Inoltre, vista l’estrema facilità delle frasi proposte in questa ninna nanna potrete invitare i più piccoli ad impararla.

Ti potrebbe interessare anche: Buon Natale a chi e altre poesie sul Natale