La storia del Natale

Qual è la storia del Natale? Vi siete mai chiesti quali siano le origini di questo periodo festivo? Da dove nascono alcune tradizioni? Quali sono i simboli più importanti di questo periodo? Il 25 dicembre si celebra una delle festività più popolare al mondo, il Natale.

La storia del Natale

Questa ricorrenza cristiana festeggia la nascita di Gesù e nonostante la sua origine sia prevalentemente religiosa, è una festa molto sentita anche tra i laici. In Italia così come in molte altre parti del mondo, questa festività è caratterizzata da tradizioni antichissime che ancora oggi non smettono di essere praticate.

Il significato e la celebrazione del Natale sono cambiati nel tempo. Ora è una festa che celebra la nascita di Gesù, ma in origine si trattava più di paganesimo che di religione.


La “data” originale per le celebrazioni intorno al Natale era sconosciuta; tuttavia ci sono registrazioni che mostrano quando sono iniziate: Il 25 dicembre divenne noto come tale perché Martin Lutero (un riformatore) promosse questo cambiamento di data nelle chiese protestanti di tutta Europa a causa di quanto i credenti cattolici sprecassero le loro offerte durante i giorni di digiuno che portavano fino a quando egli promulgò le idee luterane convertendo quei seguaci in denominazioni battiste/evangeliche dopo i suoi studi su Luca 2:1-20.

Le origini del Natale

La storia del Natale

Le origini del Natale, dal punto di vista storico, non sono note; Infatti né il Vangelo, né le Sacre Scritture riportano che la nascita di Gesù avvenne nel giorno del 25 dicembre.

Il primo scritto dove fu menzionata questa data fu il Chronographus, del letterato romano Furio Dioniso Filocalo, ma gran parte degli studiosi sono concordi sul fatto che questa data sia quella che più si riconduce ai diversi culti religioni, per cui è in assoluto la più probabile. Però Il racconto della Natività è presente nei vangeli sia di Luca che Matteo.

La storia del Natale: alcune informazioni

In questi testi sono descritti l’Annunciazione dell’arcangelo Gabriele a Maria, che da lì ha appreso che sarebbe diventata madre di Gesù. Nel Vangelo è poi descritta la sua nascita, avvenuta in una mangiatoia, e anche l’adorazione dei pastori e dei Magi.

La storia del Natale

Il significato del Natale è molto importante per i cristiani, perché celebra la nascita di Gesù, testimonianza di Dio in mezzo agli uomini.

Il significato del Natale è molto importante per i cristiani, perché celebra la nascita e il ministero di Gesù Cristo che è diventato un uomo come noi. Egli offre speranza a coloro che credono in Lui con il suo sacrificio in nostro favore durante la sua Settimana Santa prima di morire sul Calvario

Il periodo tra il Giorno del Ringraziamento e il 25 dicembre, che noi chiamiamo “le vacanze invernali”, può essere trascorso facendo ciò che più ti piace, come trascorrere del tempo in famiglia; tuttavia ci sono altre ragioni per cui questa particolare stagione ha un significato profondo.

La storia del Natale

Le origini pagane del Natale poi si possono ricondurre agli antichi romani e in particolare alla festa del “Natalis Solis Invicti” una festività legata al solstizio d’inverno e in onore al dio Mitra.

Il solstizio d’inverno, che ha luogo il 21 dicembre di quest’anno, segna il giorno più corto di luce solare in un segno zodiacale dove è stato scalato alla ribalta. Si dice che in questo periodo le persone si riuniscono con i membri della famiglia o gli amici nelle loro case per quello che viene chiamato “il pasto serale” L’usanza deriva dal cristianesimo ma le sue radici sono antichi rituali pagani dedicati al benessere spirituale in contrapposizione alla salvezza.

Inoltre, i Romani erano soliti celebrare tra il 17 ed il 24 dicembre i Saturnali, in onore del dio dell’agricoltura, Saturno. Tra l’altro durante questa festa si era soliti scambiarsi dei doni e si allestivano dei banchetti.

I simboli del Natale

La storia del Natale

Sulle origini del Natale ci sono quindi diverse teorie, così come anche sui simboli legati a questa tradizione. Molti di questi simboli hanno probabilmente origini laiche, poiché di alcuni non si fa mai menzione nelle Sacre Scritture.

Uno dei simboli principali è ad esempio Santa Claus, figura che parrebbe risalire dal celebre San Nicola di Bari, conosciuto soprattutto per la sua generosità. Un altro simbolo del Natale è invece il Presepe, che praticamente si riconduce alla figura di San Francesco d’Assisi; Parrebbe essere stato proprio lui il primo ad averne allestito uno per rievocare il momento della natività.

Per finire il simbolo per eccellenza del Natale, l’albero di Natale; questo parrebbe invece derivare da vecchie tradizioni del nord Europa. Si tratta di un abete addobbato con piccoli oggetti colorati, luci e festoni. Nella Genesi si fa cenno all’albero dell’Eden descritto proprio con un albero “addobbato” con frutti colorati che Adamo ed Eva avevano divieto di mangiare. Potrebbe essere un collegamento al più celebre albero di Natale?

Ti potrebbe interessare anche: La storia dell’avvento